Massimo Giordano, assolto anche in Appello a Torino

0

La Corte d’Appello di Torino ha assolto con formula piena Massimo Giordano, per dieci anni sindaco di Novara ed ex assessore regionale alle Attività produttive, dalle accuse per presunti episodi di corruzione, concussione e abuso d’ufficio che, stando all’accusa, si sarebbero verificati tra il 2009 e il 2012. I filoni d’indagine erano tre, uno riguardava un bar all’epoca frequentato dall’ex primo cittadino e dalla maggior parte del Carroccio novarese, che l’allora sindaco, sempre stando all’accusa, avrebbe ‘protetto’ da controlli e sanzioni; un altro è quello che vedeva la nascita del quotidiano “Nord Ovest” che l’ex assessore a Palazzo Lascaris avrebbe favorito per avere appoggi mediatici; il terzo, invece, la gestione di un bando regionale.

Giordano era già stato assolto a Novara in primo grado a Palazzo Fossati, nel 2019, ora la Corte d’Appello ha chiuso definitivamente la vicenda, dopo 10 anni. A difendere l’ex sindaco, l’avvocato Fabrizio Cardinali.