Capitale della cultura 2022 sarà Procida, Verbania finalista

0
pallanza lungolago
Il lungolago di Pallanza a Verbania

«La città capitale della cultura per il 2022 è Procida». L’annuncio è giunto pochi istanti fa in diretta streaming sul calane YouTube del MiBACT. Il compito di annunciarlo è spettato al ministro Dario Franceschini.

Per Verbania, dunque, non è arrivata la notizia tanto agognata. Ma, come ha più volte ripetuto in queste settimane l’assessore alla cultura Riccardo Brezza, l’essere giunti in finale è già stato un grande risultato.

«Come sempre – ha detto Franceschini – è un dolore dover scegliere. Si premia un progetto. Ma tutte le città finaliste hanno saputo presentare un progetto valido e importante».

«Ci abbiamo provato con tutte le nostre forze, con coraggio e con convinzione abbiamo messo in campo un ottimo progetto con il contributo di tutti, enti, associazioni, istituzioni del territorio – ha dichiarato a caldo il sindaco di Verbania, Silvia Marchionini. – Complimenti a chi ha vinto, all’isola e al comune di Procida, ma siamo comunque soddisfatti di essere arrivati tra le prime dieci e aver conteso il titolo a livello nazionale; un palcoscenico comunque importante dove abbiamo sicuramente dato prova alla Commissione, e a chi ha seguito la candidatura, delle nostre potenzialità e capacità. Da qui si parte per continuare!
Non disperderemo il patrimonio accumulato in questi mesi di rapporti e idee per il futuro culturale e di sviluppo del territorio e di Verbania; un grande grazie alla passione che genera bellezza e alle tante personalità  che ci hanno sostenuto in un progetto che guarda avanti».

«Quello che stiamo vivendo è un momento molto particolare e complicato per il turismo e per l’offerta culturale.  Ma sono sicuro che l’Italia presto tornerà alla normalità  e saprà proporre ancora un’offerta culturale di grande livello». Così il ministro Dario Franceschini ha concluso,  richiamando l’attenzione sullo stato di salute della cultura e del turismo in Italia in questo frangente segnato dalla pandemia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here