Ecco come sarà Amazon a Novara: robot, spazi verdi e 900 posti di lavoro

2

Un magazzino interamente robotizzato ed ecostenibile. Ma anche 900 posti di lavoro. Sono queste le notizie che contribuiscono a dare rilevanza in chiave locale all’annuncio della prossima apertura a Novara di un magazzino Amazon. I dettagli della struttura (che non arriva non del tutto inattesa per chi segue il nostro giornale) sono descritti in un comunicato stampa del colosso dell’eCommerce che mette in evidenza i dettagli della struttura che si annuncia come estremamente avanzata.

Il magazzino di Agognate, in particolare, sarà fondato sulla tecnologia Amazon Robotics che l’azienda ha acquisto da Kiva Systems qualche anno fa per movimentare le merci nei suoi magazzini. I robot, un vero e proprio sciame, come si può notare nel filmato di Channel4 che pubblichiamo in questa pagina, operano di concerto con il personale Amazon per accelerare al massimo il completamento degli ordini dei clienti. Circolando su percorsi predeterminati i robot, dotati si sensori, telecamere ed intelligenza artificiale, grazie al machine learning accedono alle aree dove si trovano i prodotti attendono il carico e lo trasportano a destinazione. Si tratta di una delle tecnologie più innovative ed avanzate che riduce se non addirittura cancella la necessità per gli “umani” di viaggiare alla ricerca della merce. In tutto il mondo attualmente sono in azione circa 250mila robot che svolgono questo compito.

Il magazzino di Novara, come la maggior parte dei magazzini Amazon, avrà un efficiente sistema di gestione dell’energia. Sul tetto saranno installati pannelli solari con una capacità di 1000 kW e gli edifici sanno gestiti secondo il concetto del BMS (Buliding Management System), un sistema che permette una gestione intelligente dell’utilizzo e della manutenzione dell’immobile. Gli immobili avranno la certificazione BREEAM (Building Research Establishment Environmental Assessment Method) con la valutazione “Very Good”. Per preservare l’equilibrio e la biodiversità del territorio, saranno realizzate aree verdi e spazi alberati adeguatamente progettati nell’armonia dell’insieme.

«Anche la mobilità  – spiega Amazon  – avrà un’impronta di sostenibilità in quanto i parcheggi saranno dotato di colonnine di ricarica per le auto elettriche e inoltre verrà e incentivato il sistema di trasporto tramite biciclette con la realizzazione di nuove piste ciclabili per incrementare i percorsi cittadini». Ricordiamo che il progettista della struttura, come spieghiamo nel nostro articolo di questa mattina, ha anche richiesto la creazione di una pensilina sulla Novara Biella per realizzare una fermata in prossimità del magazzino. Il treno potrebbe servire come una sorta di metropolitana leggera per trasportare passeggeri dalla stazione di Novara al magazzino. Sarà anche possibile lasciare eventualmente l’auto nei parcheggi di interscambio che si realizzeranno nell’area e prendere il treno per arrivare in centro a Novara. In previsione c’è anche una grande rotonda in uscita dall’autostrada, per giungere subito al polo logistico e forse anche un nuovo ponte sull’Agogna.

Grande attenzione anche al verde. A Novara la progettazione è pensata per integrarsi con il contesto e avrà l’obiettivo di riqualificare l’area rurale e boschiva con un’attenzione particolare alla preservazione della flora e della fauna: 15 ettari dedicati a verde con 1.500 tra arbusti ed alberi, la riqualificazione di 9 ettari del bosco di Agognate con 11.000 nuovi alberi, insieme all’utilizzo di sole specie autoctone, rappresentano solo una parte delle iniziative a tutela dell’ecosistema locale. Il progetto prevede infatti la riqualificazione di un tratto delle sponde del canale Cavour, la rinaturalizzazione delle sue sponde nell’ottica di garantire la biodiversità di flora e fauna. Barriere vegetali infine verranno create tra le aree naturali e quelle urbanizzate a protezione della fauna.

Come accennato Amazon assumerà nel centro di Agognate 900 dipendenti che saranno collocati al quinto livello del Contratto nazionale del Trasporto e della Logistica «con un salario d’ingresso – dice Amazon – di €1.550 lordi, tra i più alti del settore, e numerosi benefit che includono sconti per i dipendenti su Amazon.it e un’assicurazione integrativa contro gli infortuni. Amazon offre ai propri dipendenti ulteriori opportunità come il programma Career Choice, che copre fino al 95% del costo delle rette e dei libri di testo per chi desidera specializzarsi in un ambito specifico frequentando corsi professionali per quattro anni.

Il processo di selezione avrà inizio in primavera. Sarà possibile candidarsi al link https://www.amazon.jobs/en/locations/novara-italy  

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here