Arona, grande successo per “Riso fa buon sangue”

0

Sono i volti delle persone a testimoniare il successo di un evento che con il sorriso ha saputo sposare il divertimento e la promozione della donazione del sangue. Piazza san Graziano, sabato 3 agosto, ha riso al ritmo di battute, sketch, interpretazioni esilaranti portate ad Arona dalla “fortissima” squadra di comici del nuovo tour “Riso fa buon sangue”. Lo spettacolo comico dal 2010 con l’associazione no profit “Amici del Cabaret” promoziona la donazione del sangue attraverso un veicolo tanto “semplice” quanto benefico, perché ridere fa bene alla salute. E a ricordarlo sono stati gli artisti che con la loro arte comica e complice hanno pennellato di sano umorismo una bella serata estiva sul Lago Maggiore richiamando il pubblico delle grandi occasioni. Tantissime persone intervenute allo show, tutti esauriti i posti a sedere (senza contare chi il posto non lo aveva ma ha apprezzato anche in piedi l’intrattenimento contagioso) alla serata voluta dall’Avis di Arona e inserita nella bella cornice di tre giorni di Arona in rosa. Un’occasione allegra e spensierata per parlare di donazione e solidarietà, come ha ricordato dal palco il presidente Cesare Moriggia intervistato in apertura con la diretta radiofonica di Radio Rcs insieme al sindaco Alberto Gusmeroli che ha rimarcato l’importanza dell’associazione donatori del sangue. Ma anche un modo diverso e coinvolgente per lanciare un messaggio sociale importante e serio che coinvolge tutte le generazioni veicolato con spensieratezza e leggerezza. Il filo rosso del cabaret d’autore è stato portato in scena da Davide Stefanato e Paolo Favaro divertentissimi sia nei panni di due improbabili Avanger che in quelli del globlulo rosso e globulo bianco, Francesco Damiano prima con il suo timidissimo ed esilarante Giallorenzo e poi con lo straordinario astronauta Sokov. Sul palco a dare ritmo Paolo Franceschini nelle vesti di vulcanico presentatore e la voce soave di Edith Brinca che tra l’altro ha cantato il suo nuovo singolo “Come rose” ad allietare l’atmosfera frizzante e gioiosa. I bravissimi comici, volti noti del piccolo schermo e conosciuti a livello nazionale, alternatesi sul palco hanno regalato emozioni, tanti sorrisi e “richiamato”diversi nuovi possibili futuri donatori. «Ringrazio il numeroso pubblico intervenuto e quanti  hanno contribuito alla riuscita della manifestazione, e soprattutto le persone che hanno deciso di pre-iscriversi ad Avis» – il commento del presidente della comunale aronese Cesare Moriggia. Tra i protagonisti anche il direttore artistico Enrico Cibotto che, con la sua squadra, promuovere la cultura del sorridere e del donare come atto liberatorio e fonte di energia positiva portandola in giro per l’Italia. «La bellezza sta negli occhi di chi guarda” e gli occhi di tutto il team di “Riso fa Buon sangue” si sono riempiti della straordinaria bellezza della città di Arona, il suo lago, il suo incantevole centro storico, ma altrettanto bello è stato vedere piazza San Graziano riempirsi di un pubblico pronto a ridere e divertirsi per la serata organizzata dall’Avis di Arona» il commento dello staff all’indomani del piacevole e coinvolgente evento di cabaret e muisca. Per il gran finale tutti in piedi con la scuola LaGatta&LaVolpe di Verbania diretta dalle insegnanti Valentina Povino e Rosy Lo Schiavo (che aveva aperto la serata), comici e Avis Arona insieme sul palco per l’intensa chiusura con la canzone gospel “Sing for Joy” che ha chiuso il sipario della bella serata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here