Il nuovo anno pastorale prende il via nel segno dei “cantieri” del Sinodo

0

Tre «cantieri» di lavoro, tre icone tratte dall’episodio evangelico di Betania e tre domande centrali per il prossimo anno pastorale della Chiesa novarese unita nel cammino sinodale a quelle delle altre diocesi d’Italia. Sono i nodi tematici che sono stati al centro della serata di avvio dell’anno che si è tenuta lo scorso 16 settembre a Boca, con al cuore la presentazione della lettera pastorale 2022-23 del vescovo Brambilla “Lessico Familiare”. Spazi di ascolto concreto I cantieri rappresentano le direttrici lungo cui sviluppare il prossimo anno pastorale, ancora dedicato al Sinodo voluto da Papa Francesco, avviato l’anno scorso con una prima fase dedicata all’ascolto «dal basso» delle istanze provenienti da tutte le diocesi.

Ed è stata proprio la parola “ascolto” al centro dell’intervento di Romina Panigoni, referente diocesana per il cammino sinodale, che ha curato il primo intervento della serata, con lo sfondo l’immagine «della strada e del villaggio» di Betania. Un ascolto – ha spiegato Panigoni – nel segno del metodo della conversazione spirituale: uno spazio di confronto che punta l’attenzione sulle relazioni che si instaurano, prevedendo da un lato la libertà nell’esprimersi e dall’altro la disponibilità di accettare quanto ascoltato senza giudizi o chiusure.

«È questo lo stile da proseguire appreso durante questo anno – ha detto Panigoni -. Portandolo anche negli spazi della pastorale ordinaria. Io l’ho già sperimentato in un incontro con i genitori del catechismo (è della parrocchia di Galliate ndr.) e la risposta è stata eccezionale».

Una via, quindi per rispondere alla domanda di fondo di questo «cantiere»: «Come il nostro camminare insieme può creare spazi reali di ascolto?». Ma l’altra dimensione è proprio quella della “strada e del villaggio” che richiede di allargare i confini al di fuori della comunità. «I primi passi li abbiamo già compiuti, ma anche a causa delle restrizioni dell’anno scorso sono rimasti incompleti. Dobbiamo allargare l’ascolto ai giovani, a chi è in difficoltà, alle realtà non strettamente ecclesiali».

L’articolo integrale sul nostro settimanale, in edicola da venerdì 23 settembre 2022 e disponibile anche online, in tutte le edizioni: 

– Edizione Nord: Il Popolo dell’Ossola, l’Informatore del Cusio, il Verbano

– Edizione Centro: L’Informatore di Borgomanero, il Monte Rosa, il Sempione

– Edizione Sud: L’azione, l’Eco di Galliate, il Cittadino Oleggese, il Ricreo