Insegnanti di Religione: testimoni capaci di affascinare

Al via il corso di formazione per la scuola dell’infanzia e primaria della Diocesi di Novara

0

Insegnare Religione non è un mestiere qualsiasi, meno che mai da svolgere in modo burocratico o pedante, Bibbia sotto il braccio, ben piazzati dietro la cattedra ma lontani dagli studenti e dalle loro famiglie. Per fare davvero i docenti di Religione occorrono almeno due marce in più, come ha spiegato il direttore dell’ufficio scuola diocesano Paolo Usellini: «La competenza teologica, che dò per scontata, ma soprattutto la capacità di coinvolgere, entusiasmare e affascinare i vostri studenti».

E’ così, con un’attenzione specifica al tema della comunicazione, che comincia la piccola, grande rivoluzione che la Diocesi introduce quest’anno nell’insegnamento di una materia che è tutto fuorchè arida o burocratica. La parola magica, ha sottolineato Usellini, è «testimonianza»: «Chi ha il privilegio di insegnare Religione deve essere un esempio di testimonianza cristiana, deve viverla e trasmetterla». Ecco il punto: a chi insegna Religione viene richiesta la passione educativa a partire proprio dall’identità cristiana. Voi – ha detto il direttore agli oltre 150 docenti riuniti nell’auditorium dell’oratorio di Borgomanero – siete punti di riferimento per studenti e colleghi, famiglie e sacerdoti, proprio per la “vostra identità definita”».

Un patrimonio che però ha bisogno di essere comunicato ai ragazzi, ed allora ecco l’idea di un corso sulla comunicazione per ordini di scuole; il corso per la scuola dell’infanzia è coordinato dalla maestra Emanuela Visca; quello per la scuola primaria dal coreografo e attore Andrea Longhi; per la scuola secondaria di primo grado verrà organizzato un corso in collaborazione con la Fondazione Carolina sul tema social; per la scuola secondaria di secondo grado un corso sulla comunicazione coi docenti della Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale.

L’articolo integrale sul nostro settimanale, in edicola da venerdì 9 settembre 2022 e disponibile anche online, in tutte le edizioni: 

– Edizione Nord: Il Popolo dell’Ossola, l’Informatore del Cusio, il Verbano

– Edizione Centro: L’Informatore di Borgomanero, il Monte Rosa, il Sempione

– Edizione Sud: L’azione, l’Eco di Galliate, il Cittadino Oleggese, il Ricreo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here