Mercatino della Solidarietà: quando un regalo vale molto di più

0

E’ ormai una tradizione del Natale novarese, ancor di più da quando è tornato a essere ospitato nella tensostruttura di piazza Martiri, dopo alcune edizioni accolte in un locale di via dei Gautieri e al Borsa (ma i novaresi hanno dimostrato di apprezzare la versione in piazza, un tempo in piazza Puccini, ora in piazza Martiri). Stiamo parlando del Mercatino della Solidarietà, inaugurato sabato mattina alla presenza delle principali autorità cittadine e che rimarrà aperto sino al 22 dicembre.

A prendere parte all’inaugurazione, tra gli altri, il sindaco Alessandro Canelli, il vice sindaco e assessore alle Politiche sociali, Franco Caressa, l’assessore Elisabetta Franzoni, la consigliera Elena Foti, il vice presidente del Centro servizi per il territorio di Novara e Vco, Daniele Giaime e ovviamente tanti, tantissimi volontari. Per la Caritas anche il direttore, don Giorgio Borroni. Quaranta le associazioni di volontariato che si alterneranno nello spazio di piazza Martiri sino al 22. Si va da Libera a Emergency, passando per l’Alsp (Associazione lotta alla sofferenza psichica), la Cooperativa Prisma, associazione Bruna Delsignore, Casa Alessia, Enpa, Noi con loro, Sos Antiplagio, Associazione Parkinson, i City Angels, Afn, l’associazione Felina Novarese, Acat, Ambulatorio di Pronta accoglienza di via Azario e davvero molte altre realtà del Bene del nostro territorio. Presenteranno ai visitatori le loro attività, i servizi che offrono e, soprattutto, metteranno in vendita prodotti natalizi, il cui ricavato andrà a finanziare progetti e attività per chi è meno fortunato. Nei banchetti, libri, addobbi natalizi, artigianato africano, prodotti di cartoleria, prodotti di legatoria, porta cellulari, porta pc portatili e tanto altro.

Novità assoluta di questa edizione, la ventiduesima, i laboratori di lettura, scrittura e arte dedicati ai più piccoli, ai bambini e ai ragazzi, tenuti da Emanuela Fortuna, Gabriella Depaoli e Alessandro Barbaglia.

A promuovere il mercatino, il Cst in sinergia con il Comune e altri enti. L’apertura è tutti i giorni, dalle 15 alle 19, dal lunedì al venerdì, apertura invece dalle 10,30 alle 19 il fine settimana, il sabato e la domenica.

“Ospiteremo anche una mostra dedicata ai 100 anni dalla nascita dello scrittore per l’infanzia, Gianni Rodari, scrittore molto caro non solo ai più piccoli”, ha riferito Daniele Giaime.

Una vera e propria vetrina per le tante associazioni che, sul nostro territorio, sono impegnate a favore degli altri ogni giorno dell’anno. “Un’occasione per trovare regali natalizi molto belli e, al contempo, aiutare associazioni che fanno molto per la città – hanno aggiunto Canelli e Caressa – Un regalo acquistato al mercatino vale doppio. Si sostiene il volontariato, l’aiuto all’altro, a chi è solo e in difficoltà”.

Ad allietare l’inaugurazione, i brani eseguiti dal coro Gocce di Musica, promosso dall’Alsp e dal Dipartimento di Salute Mentale dell’Asl Novara e diretto dal maestro Massimo Fiocchi Malaspina, un coro composto da pazienti, volontari, famigliari e operatori del Dipartimento.

Sul numero in edicola venerdì 13 dicembre le interviste ai volontari

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here