Casa, gli amministratori alle prese col caro bollette

0
foto confocommercio.it

Amministratori di condominio alle prese col caro bollette. Anche nella zona del Borgomanerese chi si occupa della gestione dei condomini ha a che fare con assemblee molto vivaci e condòmini che vorrebbero fatture più leggere da pagare per luce e gas. «Gli aumenti – dice uno degli amministratori più noti di Borgomanero, il ragionier Elio Medina – per quanto riguarda il gas sono stati davvero spropositati, tanto che il prezzo è triplicato. Oggi ad esempio ho sentito che il prezzo è in discesa, ma questo sconto verrà applicato da Arera, l’autorità dell’energia, soltanto a partire da novembre. Il problema è stilare un bilancio preventivo; ormai le società del gas non ti praticano più prezzi a lungo termine, per cui facciamo scegliere all’utenza. Non solo, mentre prima si potevano rateizzare i pagamenti, adesso non è assolutamente possibile; o paghi subito oppure non ti fornito il gas. In qualche caso ci sono utenze in difficoltà, quindi la situazione è complicata». Teresa Frattima è amministratrice di condominio di San Maurizio d’Opaglio, e mette sul tavolo il principale problema che in queste settimane devono affrontare i professionisti: «Noi abbiamo fatto i bilanci preventivi alcuni mesi fa, e naturalmente tenevano conto dei prezzi del mercato dell’epoca, che però in questi ultimi mesi sono stati superati. Gli aumenti erano già importanti a partire dal mese di agosto, e sono incrementati sempre di più. Per queste ragioni siamo dovuti intervenire correggendo i costi, e pagare di più non piace a nessuno. C’è stato quindi qualche borbottio, ma mi pare che la gente sia abbastanza informata su questo tema e capisce le motivazioni degli aumenti».

L’articolo integrale sul nostro settimanale, nelle edizioni disponibili nella zona centrale della diocesi di Novara – L’Informatore di Borgomanero, il Monte Rosa, il Sempione – in edicola da venerdì 28 ottobre 2022. Tutti i settimanali si possono consultare anche online.