Aveva derubato molti negozi del centro di Novara: in carcere un trentenne

0

A tradirlo sono stati i tatuaggi sulle braccia, ripresi dalle telecamere di video-sorveglianza. Così un trentenne novarese è stato arrestato dalla Polizia di Stato. È l’autore di molti furti compiuti tra agosto e settembre in una serie di negozi del centro città, ma anche alla sede dell’Azienda sanitaria locale di viale Roma e all’Università del Piemonte Orientale.

A lui vengono contestati anche una serie di tentati furti.

La Squadra Mobile della Questura di Novara ha arrestato l’uomo e lo ha portato in carcere, su richiesta dalla Procura.

Il ladro, come spiegato questa mattina in conferenza stampa dal dirigente della Squadra Mobile Massimo Auneddu, agiva in particolare di notte ed è stato più volte ripreso dalle telecamere dei circuiti di videosorveglianza installate negli esercizi commerciali presi di mira.

I video, oltre a riprendere quanto faceva l’uomo nel negozio, hanno evidenziato i tatuaggi che ne hanno consentito l’identificazione. “In alcune attività commerciali l’uomo è tornato in azione più volte – hanno riferito oggi in Questura – Spesso è stato più il danno arrecato alle porte d’ingresso dei negozi che quanto l’uomo riuscisse a portare via dalle attività”. Il trentenne distruggeva infatti le serrature, con danni di migliaia di euro, e poi scappava con quanto trovava nel fondo cassa, in genere poche centinaia di euro, o con qualche pc portatile. “Una risposta importante e immediata – ha sottolineato il Questore, Alessandra Faranda Cordella – a tutti i commercianti del centro città “. Un ladro individuato grazie a indagini molto meticolose. Un altro autore di furti in negozi del centro era stato identificato nelle scorse settimane, i due, comunque, non agivano insieme.