I vandali “in trasferta” sul lago di Mergozzo mettono sotto scacco il paese

0
mergozzo - 15 novembre 2019

«Cosa deve ancora succedere»? È questa la domanda amara che di bocca in bocca corre tra gli abitanti di Mergozzo. Gli ormai incalcolabili atti di vandalismo, di maleducazione e di furti perpetrati dalle bande di “giovani pendolari” destano preoccupazione. Da tre anni a questa parte Mergozzo, appena inizia l’estate, si trova in balia di una situazione che è divenuta insostenibile. Giovani italiani e stranieri, provenienti in parte dalla zona di Gallarate e Busto Arsizio e in parte da Domodossola, giungono alla stazione e si dirigono verso il lago. Lungo il tragitto e per tutta la durata della loro permanenza in paese si rendono protagonisti di atteggiamenti incivili. «Se non ci fossero questi soggetti – afferma sconfortato Paolo Garetto, titolare di due locali sul lago – Mergozzo sarebbe un posto tranquillo. Non è possibile che ogni giorno sia costretto a dover vigilare tavolini e sedie sul lungolago per evitare che mi arrechino danno». Solo negli ultimi giorni Paolo si è visto portare via le lanterne che decorano il suo plateatico. Poi grazie ad alcuni cittadini, in parte le ha ritrovate “ammaccate” gettate in un cestino dei rifiuti. 

L’articolo integrale sul nostro settimanale, nelle edizioni disponibili nella zona settentrionale della diocesi di Novara – Il Popolo dell’Ossola, l’Informatore del Cusio, il Verbano – in edicola da venerdì 24 giugno 2022. Tutti i settimanali si possono consultare anche online.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here