Novara e sicurezza: stazione mobile per la Polizia Locale, 270 videocamere e convenzione con il personale in pensione

0

Nuova stazione mobile della Polizia Locale, convenzione con il personale in pensione delle forze di Polizia e la firma del “Protocollo per la condivisione del sistema di videosorveglianza” tra Comune, Questura e Carabinieri. Sono le principali novità in arrivo per presidiare ulteriormente il territorio sia in centro che in periferia. A spiegarcelo è il nuovo assessore alla Sicurezza Urbana Raffaele Lanzo. «La strada maestra per la sicurezza sarà quella di proseguire con la continua e proficua collaborazione e il dialogo con le Forze dell’Ordine. Mi sono già presentato e confrontato con il Questore, con il comandante dei Carabinieri con la Finanza e Vigili del Fuoco». Il corpo di Polizia Locale negli ultimi mesi ha visto l’incremento degli agenti ma la volontà è quella di portarne altre: «Vogliamo reperire le risorse necessarie per aggiungere nuove risorse umane» prosegue Lanzo. Attenzione anche alla videosorveglianza: «Siamo passati da 80 a 270 telecamere video sorveglianza. Questo venerdì firmeremo proprio il protocollo di condivisione del sistema con Questura e Carabinieri. Si va così a rafforzare un ulteriore punto focale per la sicurezza. Tra le novità la stazione mobile. «Entro la fine dell’anno – prosegue Lanzo -, sarà portato a termine l’acquisto della stazione mobile itinerante. Sono certo che permetterà di presidiare ancora più efficamente il territorio. Tanto per fare un esempio, questa primavera potrà essere presente al parco dei bambini per dare un ulteriore senso di tranquillità alle famiglie e ai frequentaori del parco. Potrà naturalmente essere adoperato su molti altri fronti in particolare in punti strategici anche in periferia, nei vari quartieri e nelle aree che possono essere considerate più critiche. Sarà un nodo focale perchè da una parte le persone potranno rivolgersi direttamente agli agenti e dall’altra, la sola presenza andrà a scoraggiare eventuali reati». Novara resta comunque una città sicura: «Devo dire grazie alle forze del territorio e a chi mi ha preceduto perchè dal punto di vista dei reati, Novara è in fondo alle classifiche grazie proprio al lavoro di presidio delle Forze dell’Ordine con il supporto della Polizia Locale. Senza la collaborazione non si otterrebbero tali risultati Si sta inoltre pensando di ampliare gli orari di servizio della Polizia Locale. Ora è dalle 7 all’1 ma l’intenzione è quella di svolgere anche tutto il turno di notte». Cosa prevede invece l’accordo con il personale in pensione della Polizia? «Stiamo definendo gli ultimi dettagli ma ci siamo. Ritengo sia molto importante avere il loro supporto. Saranno circa dieci persone dotate di pettorine riconoscitive che contribuiranno grazie alla loro esperienza di presidiare il territorio». 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here