Arresti domiciliari per il camionista che, a Biandrate, ha investito il sindacalista

0

Arresti domiciliari per Alessio Spaziano, il camionista di 26 anni arrestato venerdì 18 giugno per aver investito e ucciso, davanti al centro distribuzione della Lidl a Biandrate, nel Novarese, Adil Belakhdim, sindacalista di 37 anni. La decisione è del gip di Novara, Andrea Guerrerio, al termine dell’udienza di convalida dell’arresto per il giovane camionista, originario del Casertano.

Per il 26enne le accuse restano quelle di omicidio stradale, omissione di soccorso e resistenza a pubblico ufficiale. All’interrogatorio di garanzia ha risposto alle domande del giudice, fornendo una sua ricostruzione di quanto avvenuto la mattina di venerdì scorso durante la manifestazione dei Si.Cobas. Si è anche detto più volte dispiaciuto e ha precisato che non aveva intenzione di investire nessuno. A difendere il camionista, l’avvocato Gabriele De Juliis. “Spaziano – ha riferito – ha fornito la massima collaborazione”.

Intanto domattina, in Prefettura a Novara, incontro sulla questione coi sindacati. E sempre domattina l’Esselunga di Biandrate, in particolare i lavoratori della pescheria staccheranno dalle 7 alle 9 per solidarietà ai lavoratori della Lidl e alla famiglia di Adil. Una delegazione si recherà proprio al centro distribuzione Lidl, dove prosegue il presidio dei SiCobas.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here