Il Tapulone primo prodotto del registro De.Co. di Borgomanero

0

Il Tapulone, il piatto caratteristico di Borgomanero, è ufficialmente iscritto nel registro “De.Co.”: Denominazione comunale. La cerimonia il mattino di sabato 5 settembre, in un angolo altrettanto caratteristico di Villa Marazza.

Il Tapulone porta il numero “uno” nel Registro Deco istituito dal comune il 20 dicembre 2019 su proposta dell’Antica Cunsurtarija dal Tapulon, associazione costituita nel 2003, ora presieduta da Carlo Panizza, il cui è scopo è valorizzare quanto di bello e buono offre il territorio.

La ricetta originale del Tapulone

Ingredienti per 4 persone

Kg 1 di polpa d’asino macinata grossa; 2 spicchi d’aglio; 1 rametto di rosmarino; 2 foglie di alloro; 1⁄2 litro di vino rosso (possibilmente Boca Doc); 50 gr. di lardo; 1 noce di burro; 2 cucchiai di olio di olivo; sale e pepe.

Preparazione

Sul tagliere battere il lardo con un coltello pesante. In una casseruola mettere il lardo, l’olio, l’aglio un po’ schiacciato con le mani, l’alloro, il rosmarino e farli rosolare dolcemente. Una volta dorato, togliere l’aglio, aggiungere la carne con sale e pepe e cuocere, separando con i rebbi di una forchetta finché non si asciuga.

Unire il vino rosso fino a coprire la carne; quando il vino prende bollore, abbassare il fuoco.

Cuocere a fuoco lento per 45/60 minuti, affinché la carne risulti abbastanza asciutta. Aggiustare di sale e pepe e rifinire con una noce di burro. Dopo aver tolto gli aromi, l’alloro e il rosmarino, servire il Tapulone caldo.

 

Servizio completo sull’Informatore di venerdì 11 settembre.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here