Grignasco chiede di attivare centri estivi anche per bambini dai 0 a 3 anni

0
Veduta Grignasco

Il comune di Grignasco, assieme agli altri comuni dell’Unità pastorale – Prato Sesia, Romagnano e Cavallirio – ha predisposto e inviato alla Regione Piemonte un’istanza congiunta affinché venga consentito di usare prima della scadenza del 15 giugno i servizi di accudimento per le famiglie con minori. Nella richiesta, fa sapere il sindaco di Grignasco Katia Bui, si chiede di includere anche la fascia di età dagli zero ai tre anni nei casi in cui si necessiti l’accudimento a causa dell’attività lavorativa, oppure si tratti di caso di famiglia monogenitoriale. In attesa della risposta da parte di Palazzo Lascaris, domani mercoledì 27 maggio 2020 ci sarà un incontro per un confronto sul progetto e sulle modalità organizzative.

Per la banca Bpm, il Comune di Grignasco assieme a quelli di comuni di Ghemme, Quarona, Coggliola e Serravalle Sesia, ha inviato alla direzione dell’istituto di credito e all’Abi una richiesta di apertura immediata degli sportelli. «La chiusura era già poco comprensibile durante la fase 1, poiché i servizi bancari rientravano tra le attività, e lo è ancor meno ora in questa fase in cui tutte le attività sono riaperte» sottolinea Bui.

Barbara Navazza

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here