Coronavirus: nel Novarese e Vco dati più positivi ma situazione ancora grave

0

La pandemia da Coronavirus tra Novarese e Vco si allevia ma la situazione resta ancora grave e l’emergenza è impossibile da considerare terminata. Lo dicono i dati statistici che abbiamo estrapolato da diversi siti che tracciano quotidianamente l’andamento del virus, in particolare da Monitoring Covid-19, oltre che da Infodata di Sole24ore e altre pagine internazionali.

L’elemento di maggior interesse generale dal quale, appunto, possiamo trarre un po’ di ottimismo è nella curva dei contagi. Sia Novarese che Vco hanno progressivamente ridotto la progressione dei nuovi infetti. La crescita inizialmente era superiore a quella esponenziale ma ora è stata mitigata (anche se non è ancora in fase logaritmica) questo nonostante ci sia stato un sostanziale aumento dei tamponi, il sistema con il quale vengono tracciati i casi positivi. Il tasso di crescita settimana su settimana è passato per Novara da +587% tra il 14 e il 21 marzo al +47% tra il 28 marzo e il 4 aprile. Per il Vco si è andati da un +314% al +73% dell’ultima settimana.

Non siamo riusciti a trovare dati specifici elaborati da siti specializzati; abbiamo quindi provveduto a crearne due, uno per provincia, in redazione. Da essi si nota che l’aumento dei deceduti è in frenata, almeno dal punto di vista percentuale. Anche se il conto è sempre doloroso (a Novara si contavano a ieri 133 morti positivi al tampone per individuale il Coronavirus mentre nel Vco erano 58) c’è una chiara frenata. L’ultima settimana l’aumento percentuale nella provincia del sud è stato del 43%, mentre nel VCO è stato del 40%. Nè Novarese né Vco sono però ancora arrivati alla curva logaritmica che significherebbe avere imboccato la stabilizzazione in vista di una discesa, ma l’aumento giorno si giorno è gradatamente ridotto. Inizialmente abbiamo avuto tassi di crescita settimanali anche di oltre il 300%.

Assume un significativo rilievo in questo scenario il raffronto tra Novarese e Vco con i dati medi regionali. Mentre la provincia del sud è sotto la media regionale di contagi per cento abitanti, 0,27% contro lo 0,28% del Piemonte, il Vco è sopra (0,35%). Entrambi i dati di contagi per abitante sono sopra la media nazionale (0,21%), il che non stupisce visto la collocazione geografica delle nostre due province.

Mancano, infine, dati puntuali e aggregati per quel che riguarda i ricoveri in terapia intensiva nei vari ospedali. Sappiamo però che a livello regionale, secondo i dati diffusi questa sera dalla Protezione Civile la nostra regione vede scendere il numero di persone sottoposte a trattamento specifico salva-vita e che anche a Novara per alcuni giorni non si sono verificati ricoveri. Anche il numero di richieste di accesso al pronto soccorso è si è notevolmente ridotto.

Ricoveri di pazienti in terapia intensiva in Piemonte
Ricoveri di pazienti in terapia intensiva in Piemonte

Numeri confortanti, come dicevamo, ma che ancora non sono forieri dell’auspicato calo verso quota zero dei contagi, un traguardo che secondo alcuni calcoli eseguiti qualche giorno fa dall’istituto Einaudi dovrebbe arrivare a metà aprile. Ammesso che il trend degli ultimi giorni non abbia guastato la previsione e che continui l’impegno di tutti nel restare a casa.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here