E’ il giorno di Novara-Gozzano: ad entrambe serve vincere

0
Gozzano-Novara calcio

Oggi a Novara e Gozzano che scenderanno in campo al “Piola” alle 15 serve vincere.

Entrambe le formazioni arrivano da un periodo troppo lungo senza vittoria e per i rispettivi obiettivi l’unico risultato utile è il successo.

Il Novara non può più sbagliare per rientrare nei primi posti per i play off mentre il Gozzano ha bisogno di punti salvezza, per questo un pareggio non serve a nessuno.

I tifosi azzurri in realtà non sentono la partita come un vero derby ma sperano nei tre punti per il rilancio della propria formazione mentre in casa cusiana è il match dell’anno.

“C’è una grande consapevolezza nella squadra, le ultime partite anche se non abbiamo vinto ci dicono questo – ha detto mister Banchieri in conferenza stampa -. Abbiamo convinzione fiducia. La squadra è migliorata da inizio anno. Bisogna rispettare l’avversario anche se come dico sempre dipende da noi. Ci aspetta una partita nella quale dobbiamo giocare in modo deciso e convinto. La squadra deve essere sempre propositiva come si è visto nelle ultime gare. I ragazzi hanno la percezione di giocare un ottimo calcio. Non ci accontentiamo mai e fino alla fine proviamo sempre a vincere, questa è la mentalità giusta che dobbiamo proseguire ad avere”.

 

In casa Gozzano a parlare il ds Alex Casella che ha ribadito la chiara volontà della società di continuare a perseguire l’obiettivo salvezza. “Come ci siamo mossi sul mercato, investendo in giocatori esperti e anche in due punte per essere coperti anche in attacco e avere alternative valide in caso di infortuni è chiara testimonianza del desiderio di fare tutto ciò che serve per mantenere la categoria. Sono arrivati giocatori di qualità, il meglio che potevamo reperire sul mercato. Il passaggio di Crespi al Crotone dimostra ancora una volta come la società sia attenta ed efficace nel lavorare coi giovani. Purtroppo il portiere ha risentito di un infortunio alla spalla durante la gara con la Pro Vercelli. Stiamo svolgendo gli accertamenti necessari in collaborazione con la società calabrese con cui da più stagioni abbiamo un ottimo rapporto”.

Mister Antonio Soda ha invece messo in evidenza che il lavoro svolto in settimana sta iniziando a cementare la squadra intorno alla sua idea di calcio e che i parecchi nuovi arrivi si stanno integrando al meglio. “La salvezza non sarà un obiettivo facile da raggiungere, ce ne rendiamo conto, ma faremo il massimo, a cominciare dalla partita col Novara. C’è bisogno del sostegno di tutti”.

Abbiamo poi chiesto all’allenatore come vivono lui e lo spogliatoio la presa di posizione del Coordinamento Cuori Azzurri che ha dichiarato sulle nostre pagine nello speciale dedicato al derby di non considerare tale la partita, snobbando parecchio il Gozzano. “E’ normale che i sostenitori di una squadra con molta più storia e militanza nelle maggiori categorie non prendano tanto in considerazione una piccola realtà come il Gozzano, ma lo stesso succedeva ad esempio nei derby tra Genoa e Spezia, a alla fine le partite le vinse lo Spezia… Non andiamo a Novara battuti, anzi ci servono i punti per iniziare a risalire”.

A seguire sono stati presentati i due nuovi attaccanti rossoblu, Matteo Momentè in arrivo dalla Pianese e Doudou Mangni in uscita dal Catanzaro. Entrambi si sono detti determinati a far il massimo per aiutare il Gozzano a salvarsi e per rilanciare le loro carriere. Mangni, molto positivo lo scorso anno a Monopoli, non si è inteso al meglio con l’ambiente del Catanzaro e dopo diverse stagioni nel girone C ha scelto di provare esperienze in un altro contesto, quello del girone settentrionale sposando il progetto Gozzano.

Marco Cito

Francesco Beltrami

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here