“Degusto”, la vetrina della ristorazione, torna ad ottobre a Novara

0
Degusto ad ottobre a Novara

Degusto, la vetrina della ristorazione di qualità e delle eccellenze piemontesi, nato nella primavera del 2009 torna a Novara ad ottobre per la dodicesima edizione.

L’iniziativa è ideata e organizzata da Confcommercio Alto Piemonte e da Fipe, Federazione Italiana Pubblici Esercizi.

La rassegna 2019 si è sviluppata in due momenti: il primo a fine marzo con la consueta fiera alimentare e lo Streetfood e il secondo il primo week-end di ottobre al Castello di Novara.

A cucinare troveremo gli chef di 10 ristoranti (7 stellati Michelin) delle province di Novara, Alessandria, Torino, Verbano Cusio Ossola e della provincia di Varese (anche quest’anno abbiamo sconfinato in Lombardia!). 

Accanto alle presenze consolidate di Piero Bertinotti, Sergio Zuin, Marta Grassi, Massimiliano Celeste e alle conferme di giovani chef stellati come Christian Milone e Jumpei Kuroda, si uniscono alla squadra Vincenzo Manicone, Andrea Monesi,  Riccardo Bassetti e Giovanni Spegis.

Dal 2009 a oggi sono stati 55 gli chef che si sono alternati ai fornelli delle dodici edizioni di Degusto che, negli anni, si sono svolte dapprima alla Sala Borsa, poi al Broletto e dal 2017 al Castello. Fa piacere ricordare che tra i primi sostenitori dell’iniziativa c’è stato anche lo chef Antonino Cannavacciuolo, che ha personalmente partecipato alle prime cinque edizioni di Degusto.

Anche nel 2019 i posti a tavola sono in tutto 300, le portate sono cinque (due antipasti, un primo, un secondo e un dolce) cucinate e al Castello e servite a tavola dagli studenti dell’Istituto Alberghiero Ravizza di Novara, mentre saranno i sommelier dell’AISAssociazione Italiana Sommelier a mescere i vini di Vitecolte di Barolo. 

Degusto si realizza grazie ai contributi della Camera di Commercio di Novara, che ha sostenuto l’evento sin dalla sua prima edizione del 2009, e della Fondazione Banca Popolare di Novara. 

Fondamentale è poi la collaborazione con Coop (che da sette anni mette a disposizione degli chef gli ingredienti di tutti i piatti cucinati nelle due cene). 

Una curiosità riguarda l’allestimento della sala. Se lo scorso anno era in stile “jungle”, nel 2019 i colori sono quelli dell’artista Piet Mondrian, una sinfonia di bianco, nero, rosso, giallo e blu, ideato e curato dai fioristi novaresi di Federfiori Confcommercio.

Tutti gli aggiornamenti sulla pagina facebook DEGUSTO NOVARA.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here