Quattro i progetti finanziati con il Bilancio partecipato a Verbania

0

«Con sorpresa l’adesione al Bando è stata superiore alle attese. Ben 40 sono i progetti presentati e analogamente con soddisfazione abbiamo rilevato che anche le operazioni di voto hanno registrato un’alta partecipazione da parte dei cittadini. In particolare le proposte in concorso riguardavano miglioramenti a strutture scolastiche o iniziative a favore della promozione turistica». Così il sindaco di Verbania, Silvia Marchionini ha commentato l’esito della terza edizione del Bando legato al Bilancio partecipato, i cui risultati sono stati illustrati la mattina di lunedì 29 luglio a Palazzo di città a Pallanza.

Quattro i progetti ammessi al finanziamento. A vincere, con 439 preferenze ricevute, è stato il progetto presentato dalla Scuola Elementare Peron di Sant’Anna, con un finanziamento di 57 mila euro, per lavori che si inseriscono in azioni già avviate dall’Amministrazione comunale.

Si tratta di due nuove aule, ma a cielo aperto, come già esistono in altre realtà scolastiche italiane. Una sarà ricavata sul terrazzo della scuola, con la sistemazione della pavimentazione e la realizzazione di una contiguità con un’aula già esistente all’interno dell’edificio. La seconda aula sarà ricavata nella porzione di giardino a ridosso di viale Sant’Anna, con la posa di una quinta vegetale.

Il secondo progetto finanziato con 10 mila euro è quello del “Parco gattile, per felini femmine con gattini”, presentato dall’associazione “Nati con la coda” di Verbania, che ha ottenuto 323 voti. «La proposta era giunta dall’allora presidente Katiuscia Cappiello, scomparsa improvvisamente a metà luglio– ha ricordato l’assessore al Bilancio, Anna Bozzuto. – Il progetto, inizialmente pensato per essere realizzato a Trobaso, troverà casa presso il canile di Verbania».

Sempre una scuola, in questo caso l’asilo Rossi di Suna, si è classificata al terzo posto con 251 voti e un finanziamento di 20 mila euro, che serviranno ad acquistare materiale e attrezzature, oltre che intervenire in alcune opere di miglioria sulla struttura interna, come i proteggi termosifoni.

Infine, è stato finanziato con 70 mila euro il progetto di realizzazione di un Centro remiero, presentato dalla Canottieri Verbanesi, ottenendo 169 voti. L’opera, che ha un costo complessivo di 120 mila euro, vedrà la compartecipazione di pubblico e privato. Il Centro remiero sorgerà a Fondotoce, dietro l’Agenzia delle entrate, sulla sponda del Toce. Sarà ricavato ristrutturando l’ampio edificio ad oggi diroccato, unito ad un’area circostante che permetterà di ricavare posteggi per le auto e una zona didattica.

«Senza dubbio – ha concluso il sindaco Marchionini – il Centro remiero potrà assumere anche un importante valore turistico, richiamando in zona appassionati della disciplina. Tra i tanti progetti presentati, alcuni, pur non essendo risultati vincitori, saranno comunque tenuti in conto dall’Amministrazione comunale. Penso ad esempio alla sistemazione del cortile delle scuole Tozzi; alla realizzazione di murales nel parcheggio interrato di via Rosmini a Intra; la posa in città di colonnine per la ricarica dei cellulari».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here