Il novarese Daniele Barbone, prima persona al mondo, a correre per 48 ore nella Foresta Amazzonica

0

Rientra in Italia in queste ore, dopo aver partecipato negli ultimi dieci giorni a una missione di Cesvi (organizzazione umanitaria italiana) in Perù, il novarese Daniele Barbone.
L’imprenditore, scrittore e ultramaratoneta, è amministratore delegato della Fondazione Cesvi Onlus dallo scorso febbraio, dopo esserne stato per alcuni anni testimonial, membro ad honorem e consigliere d’amministrazione.
La missione, cui per alcuni giorni ha preso parte anche Cristina Parodi – giornalista, conduttrice televisiva, scrittrice e testimonial Cesvi da quasi vent’anni -, è stata l’occasione per visitare alcuni importanti progetti in Sudamerica della fondazione di Bergamo, legati alla sostenibilità ambientale, all’agricoltura e alla protezione dell’infanzia.

Daniele Barbone nella Foresta Amazzonica


«Dopo aver visitato con Cristina la Casa del Sorriso di Lima – dichiara Daniele – ho realizzato la 48 ore di corsa Run 4 Amazonas in autonomia nella Foresta Amazzonica peruviana, con il solo supporto delle comunità. Lo scopo è stato quello di sostenere i progetti di concreta protezione della foresta realizzati da Cesvi, in collaborazione con le popolazioni indigene. Durante la 48 ore ho ripercorso il tracciato delle piante di noce amazzonica per le quali abbiamo lanciato l’iniziativa Adotta una pianta».
Nessuno prima d’ora aveva tentato quest’impresa, sportiva e di sensibilizzazione al tempo stesso. Le persone locali non solo gli hanno fornito assistenza, ma hanno accolto con entusiasmo l’iniziativa, tanto che alcuni si sono uniti a Daniele nel correre per alcuni tratti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here