Trovato senza vita il 44enne novarese disperso sul Monte Rosa

0

Nel pomeriggio di oggi, martedì 30 aprile, è stato trovato senza vita il 44enne novarese, che risultava disperso sul Monte Rosa. L’escursionista, Massimo Peressini, ingegnere, è stato individuato intorno alle 16,30 in un burrone lungo il percorso che stava seguendo, nei pressi del Colle del Lys, a 4.151 metri di quota, tra Piemonte, Valle d’Aosta e Svizzera.

Peressini era partito alle prime ore di domenica da Novara, dove abitava con la moglie e due bambini, per raggiungere la funivia di Alagna. La meta della giornata sarebbe dovuta essere quella di arrivare a Punta Parrot con le ciaspole. Ai famigliari aveva lasciato il tragitto che avrebbe seguito.

Ieri l’allarme lanciato dalla famiglia e l’avvio immediato delle ricerche da parte delle squadre dei soccorsi, con guide alpine e unità cinofile del Soccorso alpino valdostano. Per cercare il 44enne, alpinista esperto, sono stati usati anche un drone e un elicottero.

Il ritrovamento, dunque, oggi pomeriggio, in un burrone. Il corpo del novarese, una volta recuperato con non poca difficoltà, dovuta alle condizioni meteo, è stato trasportato con l’elicottero sino ad Alagna Valsesia. Peressini abitava a Novara nella zona del Sacro Cuore e lavorava alla Caleffi di Gattico-Veruno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here