Legambiente: a Novara polveri sottili nei limiti

0

Novara è una delle quattro città capoluogo di provincia dell’area padana, con Verbania, Cuneo e Belluno, che, nel corso del 2018, non ha superato i limiti giornalieri previsti per le polveri sottili e per l’ozono (35 giorni per il Pm10 e 25 per l’ozono). A rivelarlo è il dossier di Legambiente, “Mal’Aria 2019”, uscito proprio in questi giorni. Un’indagine che ha evidenziato come in ben 55 capoluoghi di provincia, invece, i limiti giornalieri siano stati superati e, in alcuni casi, anche di molto. In 24 di questi capoluoghi, il limite è stato oltrepassato per entrambi i parametri, «con la conseguenza diretta, per i cittadini – spiegano da Legambiente – di aver dovuto respirare aria inquinata per circa quattro mesi l’anno. Si ‘salvano’, come anticipato, solo in quattro, tra cui Novara. Il capoluogo novarese è comunque andato molto vicino al superamento, ma non l’ha oltrepassato. «Novara – riferiscono dalla sede romana di Legambiente – ha fatto registrare 25 giorni di superamenti del limite per l’ozono e 25 anche per le polveri sottili. In un caso sarebbe bastato un solo giorno in più di superamento per sforare la soglia, nell’altro, ossia per le Pm10, altri dieci».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here