Vittoria all’esordio con Domodossola per l’Oleggio Magic Basket

0

Nella prima giornata di campionato l’Oleggio Magic Basket batte la Vinavil Cipir Domodossola per 90 a 77. Vittoria ancora più dolce perché in cinque anni è il primo referto rosa alla prima giornata. Se la percentuale dalla lunetta non è stata quella delle grandi serate, la difesa e il gioco di squadra hanno dato il giusto premio alla formazione di coach Paolo Remonti, all’esordio da head coach. Domodossola in campo con Tommei, Tempestini, Di Meco, Serroni e Zaharie, Remonti schiera Valentini, Hidalgo, Gallazzi, Pilotti e Bertocchi. Di Meco è il primo ad andare a segno, lo segue a ruota Valentini e Hidalgo a metà dalla lunetta (2-3); Serroni sentenzia da tre, Tempestini scappa (7-3) e Di Meco mantiene il vantaggio (9-5). Bertocchi si appende al ferro e recupera, Gallazzi impatta sul 9-9 e da solo in contropiede costringe Valli al primo time out (9-11). Regna l’equilibrio per tutto il quarto, Valentini si crea un’autostrada fra gli avversari e va a canestro, Ballabio impatta dalla lunetta e Avanzini allo scadere dà il vantaggio a Domo (18-15). Momento triple con Pilotti per il pareggio e poi Serroni e Zaharie a rimanere avanti (24-20). Da qui la rimonta biancorossa: Domodossola ferma immobile davanti a un parziale di 0-16 che per gli Squali vale il 24-36 con Valentini a mettere a segno la metà dei punti seguito da Bertocchi, Parravicini, Hidalgo e Marusic e Ponzelletti alla conquista di ogni rimbalzo. Tommei dalla lunetta interrompe il digiuno di casa, con lui Di Meco e Tempestini riaccorciano (28-36), ci pensa Parravicini a tenere le distanze (32-40). Serroni fa il cecchino dalla lunetta sfruttando un fallo dall’arco, Marusic nel traffico fora la retina, poi ci riprova e sbava un po’ ma Pilotti corregge (35-44), l’ultimo tiro è di Serroni (37-44). Alla ripresa Domodossola prova a ridire la sua con Avanzini che fa gioco da tre punti e accorcia a poco più di un possesso (42-46). Con con Pilotti e Hidalgo gli Squali non si fanno trovare impreparati (45-53), Tempestini spara da tre, dall’altra parte gliela restituisce Pilotti caldissimo dalla distanza e Marusic prima ruba palla, poi va al ferro e si prende anche il tiro in più per il vantaggio in doppia cifra (45-56). Pilotti ancora da tre, capitan Gallazzi allo scadere fa pieno centro (48-61). Di Meco e Tempestini dalla lunetta provano a rimanere a galla, Hidalgo ha la meglio nel match con Tempestini e una giocata piena di esperienza firmata Pilotti dà agli Squali il massimo vantaggio (50-67). Tempestini dalla lunetta, Squali in attacco sbagliano ma Marusic sbuca “dal nulla” a rimbalzo e serve Barcarolo per due punti preziosi; Di Meco accorcia (56-69). Hidalgo spara la sua tripla di serata e poi fa gioco da tre punti, Zaharie prova a stare lì (60-75). Due giocate velocissime di Ballabio portano coach Remonti al time out (64-75). E’ sempre Ballabio ad accorciare ancora e Pilotti a dare ossigeno (67-78). Rovere fa gioco da tre punti e toglie la doppia cifra di vantaggio e sempre lui va a segno per un tecnico fischiato alla panchina biancorossa (71-78). Con cinque minuti sul tabellone la partita è ancora completamente aperta, Pilotti va a segno, Serroni fa un 4-0 annullato quasi subito da Pilotti che ridà la doppia cifra di vantaggio e Valli richiama i suoi (75-85). Gli Squali non fanno fruttare al meglio un antisportivo subito da Marusic, ma il rimbalzo dall’altra parte è biancorosso e Hidalgo fa a metà dalla lunetta (75-86). Tommei ci prova fino alla fine, Hidalgo e Gallazzi chiudono definitivamente i giochi (77-90).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here