Reddito di Inclusione, mano tesa agli esclusi

0
Rei, mano tesa agli esclusi

Il Rei, il Reddito di Inclusione, un provvedimento che mira a sostenere chi è più in difficoltà, comincia a marciare. A distanza di qualche settimana dall’avvio, e dopo l’esperimento del Sia (Sostegno all’Inclusione Attiva) di cui ha preso il posto, sono già diverse decine le famiglie che tra Novarese e Vco possono fruire di questo servizio sociale (in foto l’ingresso dei Servizi sociali a Novara). Restano però, ci spiega l’assessore al Welfare della Regione Augusto Ferrari, alcuni nodi da sciogliere. In particolare i fondi a disposizione, pur aumentati, sono insufficienti e restano perciò escluse ancora moltissime persone che faticano ad affrontare la vita di tutti i giorni. L’obiettivo auspicato è che il futuro governo possa trovare le risorse necessarie e la normativa giusta per dare il via ad un vero e proprio assegno sociale per chi non ha lavoro e versa in condizioni economiche disagiate. Tra le proposte il reddito di cittadinanza, uno dei cavalli di battaglia del Movimento Cinque Stelle che oggi, anche in conseguenza dei risultati elettorali, è una tematica di stretta attualità.

Servizi sul giornale in edicola oggi venerdì 23 marzo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here