Novara, microstruttura comunale: l’assessore Perugini risponde alla presa di posizione di Fp-Cgil

0
L'assessore Federico Perugini
L'assessore Federico Perugini

L’assessore al Personale Federico Perugini risponde alla presa di posizione di Fp-Cgil sull’iter per la definizione della microstruttura comunale.

«Registriamo ancora una volta una tensione percepita dalla Fp-Cgil infondata nei fatti e, contestualmente, un incomprensibile ed inutile tentativo di alzare i toni. Nella sostanza e molto semplicemente – spiega l’assessore – il lavoro per definire la microstruttura del Comune di Novara, ovvero per individuare funzioni e relative posizioni economiche non si è completato ma è in corso d’opera. Per completare il lavoro ci vorrà ancora un po’ di tempo, quello necessario per ottenere quanto correttamente anche le Rsu, ovvero i lavoratori, chiedono a gran voce oggi e da anni: semplificazione, ordine, trasparenza ed equità. La prima bozza di lavoro predisposta in ottemperanza alle vigente regole ci ha reso consapevoli che è necessario un cambiamento più incisivo. Abbiamo perciò letto con stupore la pretestuosa strumentalizzazione di Fp-Cgil nel commentare il rinvio di un incontro volto invece solo a favorire la partecipazione e la condivisione da parte di tutti del percorso per il cambiamento in atto, non altro, al contrario abbiamo letto con attenzione ed in parte faremo nostre alcune delle osservazioni, anche fortemente critiche, delle Rsu. Nel corso della ultima Giunta comunale – dopo aver ribadito la volontà di rinnovare e portare equità e trasparenza tra i dipendenti al fine di evitare come capita che vi siano recriminazioni sulle retribuzioni assegnate che distinguono economicamente i ruoli, spesso paritetici tra i diversi funzionari, per 40/60 centesimi di euro lordi al giorno, così diciamo le cose come stanno – è stato dato mandato al Direttore generale, in collaborazione con il Servizio Personale e Organizzazione, di superare l’attuale Regolamento organizzativo dell’Ente ed il sistema di pesatura delle posizioni organizzative per migliorare il modello operativo con l’obiettivo di portare un vero ed equo cambiamento. Regolamento e sistema di pesatura – precisa Federico Perugini – da troppo tempo “immutati” nel loro impianto originario ed apparentemente “inviolabili”. Anche il mondo del lavoro nella pubblica amministrazione deve essere snellito a beneficio dei cittadini e dei lavoratori stessi.

Pertanto il percorso é tracciato, gli indirizzi saranno dati dal Consiglio comunale, organo sovrano che gode della legittimazione popolare, e, su quella base, si procederà per quanto necessario, nell’esclusivo interesse del lavoratore pubblico che come noi deve al cittadino il servizio atteso, seguirà la giusta e costruttiva condivisione con le parti sindacali, quindi il lavoro sarà completato. Intanto un primo passaggio con il sindacato interverrà in settimana quando dovrà essere sottoscritto l’accordo sul fondo che eroga gli incentivi al personale, non vogliamo minimamente immaginare che sia nella volontà da parte di nessuno di bloccare quanto dovuto ai lavoratori. Al centro della nostra azione rimangono i cittadini e i lavoratori, nel rispetto di regole e ruoli, altrettanto ci aspettiamo dal sindacato. Se qualcuno continua a guardare il dito, lo invitiamo a concentrarsi sulla luna: basta rendite di posizione, non esistono giochi di ruolo, soprattutto é finito il tempo delle parole e dei riti arcaici, la parola nuova é concretezza. E con questo – conclude l’assessore – se non vi saranno ulteriori gratuiti commenti o strumentalizzazioni che anteporranno nuovamente il carro davanti ai buoi, la nostra Amministrazione non parlerà più fino a risultato raggiunto».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here