Il sottosegretario Sibilia a Novara: sicurezza e lotta alla corruzione nel suo intervento

0

Visita istituzionale in Prefettura, a Novara, nel tardo pomeriggio di lunedì 13 maggio, da parte del sottosegretario all’Interno Carlo Sibilia e da quello allo Sviluppo economico, l’oleggese Davide Crippa, entrambi rappresentanti del Movimento5Stelle. Prima di giungere a Novara, Sibilia era stato anche alla Prefettura di Verbania.

Il sottosegretario all’Interno, Sibilia
Il sottosegretario allo Sviluppo economico, Crippa

I due sottosegretari hanno incontrato a Novara il prefetto Rita Piermatti, il questore Rosanna Lavezzaro, il comandante provinciale dei Carabinieri, colonnello Domenico Mascoli e il comandante provinciale delle Fiamme Gialle, colonnello Giovanni Battaglia. Si sono, quindi, soffermati coi giornalisti. «Una visita – ha esordito Crippa – che era già stata programmata e voluta per far conoscere le problematiche di questi due territori, del Novarese e del Verbano Cusio Ossola». «Sto visitando tutte le Prefetture italiane – ha aggiunto Sibilia – L’obiettivo è quello di conoscere più approfonditamente i diversi territori e conoscerne situazioni e criticità». Crippa, in particolare, si è soffermato, vista la recente indagine della Dda milanese che ha coinvolto con alcuni arresti anche Novara e il Vco, sulla commistione tra politica e affari. «E’ qualcosa che fa riflettere – ha detto – e che deve far riflettere molto. Dobbiamo ben pensare su quanto è accaduto, sulla commistione politica-affari. In questa vicenda apprezzo che l’amministratore delegato di Acqua Novara Vco, Andrea Gallina, si sia dimesso, anche su richiesta del sindaco Alessandro Canelli. E’ già un passo. Spero che tutti i sindaci del territorio chiedano chiarezza e trasparenza sugli appalti. Il Novarese è realtà dove ci sono appalti importanti, l’invito è a tenere alta l’attenzione. Occorre poi dare trasparenza agli incarichi tecnici che vengono affidati alla politica. Chi assume un ruolo in un’azienda partecipata – ha detto Crippa – non può andarsene prima della scadenza perché assume altri incarichi. Questi ruoli non sono porte girevoli».

Ancora il sottosegretario Sibilia: «il fatto che ci siano ancora nomine dirette della politica nelle aziende tecniche deve far riflettere sulla necessità di scegliere le migliori professionalità con trasparenza, attraverso concorsi pubblici e con procedure molto chiare e trasparenti. Questo è quanto prevediamo di portare avanti nella nuova legge sul conflitto di interessi, che stiamo sviluppando. Occorre, infine, che i cittadini monitorino e stiano attenti a ogni segnale, che possa far percepire l’infiltrarsi della criminalità negli appalti».

Sibilia ha poi parlato di sicurezza e, in particolare, della situazione a Novara, facendo riferimento anche ad alcune brillanti operazioni condotte nelle ultime settimane. «A Novara – ha riferito – c’è una percezione positiva in materia di sicurezza e di questo ringrazio tutte le forze dell’Ordine per quello che stanno facendo e quello che stanno ottenendo». Rispondendo alle domande della stampa, il sottosegretario all’Interno ha anche spiegato come ci sia un importante sforzo per incrementare gli organici e le apparecchiature in dotazione alle forze dell’Ordine. «In Questura a Novara – ha spiegato – sono arrivati nuovi agenti. Per quanto riguarda le apparecchiature, per il taser, la cui sperimentazione è stata avviata a gennaio, prevediamo di arrivare all’estate fornendone la dotazione a ogni poliziotto». A confermare come nuovo personale sia giunto a incrementare l’organico della Questura, lo stesso questore Lavezzaro: «abbiamo avuto già sette nuovi innesti. Altri ne avremo a luglio e altri ancora a dicembre. Sono arrivi importanti e con i quali l’organico può dirsi quasi definitivo e completato».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here