Daniela Zanetta ricordata a Maggiora

0

Daniela Zanetta ricordata Domenica delle Palme nel trentatreesimo anniversario della sua nascita al Cielo, avvenuta il 14 aprile 1986. La ragazza di Maggiora, affetta fin dalla nascita da una rarissima malattia, l’epidermolisi bollosa distrofica, il 23 febbraio 2017 è stata dichiarata venerabile da Papa Francesco, che ne ha riconosciuto le sue virtù eroiche dopo che il 17 ottobre 2004 l’allora vescovo di Novara Renato Corti aveva dato inizio al processo diocesano di beatificazione. A Maggiora, Daniela è stata ricordata nel corso della messa celebrata dal parroco don Armando Verdina. Dopo la messa, una quindicina di giovani provenienti da una parrocchia di Milano, accompagnati dai catechisti del Movimento dei focolari e dai genitori, ha incontrato la mamma di Daniela, Lucia Villa, la quale ha parlato loro della bellezza interiore che Daniela aveva intensamente coltivato e ha letto il testo della celebre lettera che la figlia aveva scritto a Famiglia Cristiana in risposta a un articolo sull’eutanasia. «Non è semplice trascorrere ventidue anni sulla croce, ma credo in Dio, lo amo intensamente e lo ringrazio per avermi donato la vita perché ogni giorno che mi regala è un’occasione in più che ho per amarlo e servirlo … ogni vita che sboccia è un dono divino e, se questa vita è segnata in modo particolare dal dolore, rappresenta un doppio dono, perché la sofferenza ci matura, ci permette un dialogo profondo con Dio …» afferma Daniela.  I ragazzi sono rimasti molto colpiti e hanno espresso il desiderio di tornare e trascorrere un’altra giornata insieme a mamma Lucia. Nel pomeriggio c’è stata la visita alla tomba di Daniela al cimitero di Maggiora, all’esterno della quale ci sono delle rose che ogni anno tornano a fiorire. Infine, la sera a Cavagliano dal cortile parrocchiale ha preso il via la Via Crucis, guidata da don Mario Bodega, basata sul libretto “Ti seguirò”, scritto da don Fausto Giromini alla luce delle parole e dell’esempio di Daniela Zanetta. Ieri, su Radio Mater, nel corso della trasmissione “Per una spiritualità di comunione” condotta da don Mario Bodega assieme ai Focolarini di Loppiano, è andata in onda un’intervista a Lucia Villa che si può riascoltare sul sito.

Claudio Andrea Klun

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here