Chiamati alla santità: celebrata in diocesi la giornata mondiale della vita consacrata

0

Sono stati oltre cento, tra religiosi e religiose,  i partecipanti all’incontro in seminario che si è tenuto oggi – 2 febbraio – per celebrare in diocesi la Giornata Mondiale della Vita Consacrata.

La mattinata si è aperta con l’intervento di suor Amelia Grilli, domenicana di Roma, che ha proposto una riflessione sulla santità nel servizio come consacrati a partire dall’esortazione apostolica di Papa Francesco Gaudete et Exultate. Un percorso, cui la religiosa ha voluto dare come titolo La santità nella vita consacrata: dono da “praticare”,  che si è articolato su tre livelli: il primo antropologico e “personale”, il secondo che riguarda l’approccio alla vita quotidiana ed infine il terzo, che ha affrontato la dimensione spirituale.

Dinque,  «la santità come vocazione ad essere più umani e vivi»; la santità «non come conquista, ma come dono che trasforma la vita» e la santità «come fine, ma anche sorgente della vita spirituale».

Dopo il pranzo, il vescovo Franco Giulio Brambilla ha presieduto la celebrazione eucaristia, concelebrando con il vicario generale, don Fausto Cossalter, il vicario per il clero e la vita consacrata, don Gianluigi Cerutti, il delegato per l’ordo virginum e i monasteri di clausura, don Dino Bottino e alcuni religiosi.

Come sempre, sono stati ricordati i più significativi anniversari di professione religiosa, tra i quali spiccava l’ottantesimo del salesiano don Giovanni Succi.

Si diocesinovara.it il racconto per immagini della giornata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here