Migranti, il parroco di Rodi martedì 5 a Borgomanero

0

L’arrivo di 15mila profughi siriani su una popolazione di 100mila persone nelle isole greche del Dodecaneso «è stata la nostra occasione per incontrare Cristo incarnato e per non mostrarci cristiani solo a parole». Fra John Luke Gregory (in foto), 60 anni, francescano della Custodia di Terra Santa e parroco a Rodi, presenta così l’accoglienza tributata nelle isole che dal 2015 sono state tra i primi approdi delle centinaia di migliaia di persone in fuga dalla Siria (nel solo mese di ottobre 2015 ne sbarcarono sull’isola 210mila).

Il frate che è anche vicario generale dell’arcidiocesi di Rodi racconterà la sua esperienza e l’assistenza umanitaria che viene attualmente prestata a circa 300 famiglie di richiedenti asilo la sera di martedì 5 febbraio nell’auditorium di Borgomanero, ospitato da don Piero Cerutti nell’incontro “Ai confini dell’Europa” promosso in collaborazione con la Caritas diocesana e con il nostro settimanale. Nel corso dell’incontro verrà anche presentato il libro Rifugiata. L’odissea di una famiglia (Edizioni Terra Santa 2018, 40 pagg., 19,50 euro) di Tessa Julià Dinarès e le illustrazioni di Anna Gordillo. Il libro, i cui proventi vengono interamente devoluti a sostegno dei progetti sociali per i rifugiati promossi dalla Custodia di Terra Santa a Rodi e Kos, racconta attraverso gli occhi di una bambina e le tavole illustrate della Gordillo la drammatica esperienza dei minori richiedenti asilo e delle loro famiglie (lettura per bambini consigliata a partire dai 9 anni di età). La serata verrà introdotta dal direttore della Caritas don Giorgio Borroni. Modera l’incontro il direttore della Stampa diocesana Manuela Borraccino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here