Dal 3 al 5 agosto la “seconda patronale” di San Gaudenzio

0

Un’antica tradizione, che lentamente è andata perduta, cui ridare vita nell’anno dello speciale giubileo dedicato al XVI centenario della morte del santo patrono. Dal 3 al 5 agosto, in Basilica verrà celebrato il triduo per fare memoria dell’anniversario della sepoltura di San Gaudenzio, che la tradizione fissa proprio il 3 agosto.

«La Vita Gaudentii, l’opera medioevale che narra del primo vescovo di Novara vissuto nel IV secolo, riporta come per sei mesi dopo la sua morte, il 22 gennaio, il corpo del Santo avesse conservato vitalità benefica, tanto che non si decompose e unghie e capelli continuarono a crescere – spiega don Natale Allegra, parroco delle parrocchie unite del centro città -. Per questo fu sepolto solo il 3 agosto nella basilica a lui dedicata fuori le mura. In quella data, sin dal Medioevo, i novaresi hanno festeggiato una “seconda patronale”. Una tradizione, che poi nel corso dei secoli e con il cambio delle abitudini, è andata affievolendosi».

Ma la proposta di un triduo nei giorni della sepoltura di Gaudenzio, non ha solo il significato della riscoperta di una tradizione antica. «Al contrario, guarda proprio al presente e al futuro della nostra Chiesa diocesana e delle nostre comunità – riprende don Allegra -. Il senso del corpo che non si decompone è quello di una testimonianza che resta viva anche dopo la morte. E che siamo chiamati a seguire per annunciare, come fece Gaudenzio 1600 anni fa, il Vangelo agli uomini e alle donne di oggi. Chiedendo, nella preghiera, che lui ci accompagni su questa strada».

Il Programma

Venerdì 3 agosto

Ore 17,30:  primi Vespri votivi del Santo

Ore 18,00: S. Messa feriale allo Scurolo

Sabato 4 agosto

Ore 17,30:  secondi Vespri votivi del Santo

Ore 18,00: Messa festiva che si concluderà processionalmente allo Scurolo.

Domenica 5 agosto

Ore 10,30: Messa solenne con processione allo Scurolo come nel giorno della festa invernale, pregando le litanie del Santo. A presiedere l’Eucarestia sarà don Gianluigi Cerutti, vicario episcopale per il clero e lavita consacrata della D.iocesi di Novara

Ore 15,30: S. Messa con i battesimi e conclusione allo Scurolo.

Le celebrazioni offrono l’opportunità di avere le indulgenze giubilari con confessione (anche in altre chiese e in altri giorni), comunione, preghiere prescritte (Credo, Padre Nostro e preghiera secondo le intenzioni del papa).

Da lunedì 30 la Messa delle 18,00 sarà celebrata in Basilica con possibilità di confessioni prima (dalle 17,00) e dopo (fino alle 19,00).

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here