Quarona dedica alla Beata Panacea una statua. L’opera è stata sistemata in queste ore sulla rotonda di corso Rolandi, in attesa della inaugurazione di domenica.

La scultura è in bronzo e raffigura la pastorella valsesiana così come l’immagina l’artista Denise De Rocco, già autrice della statua della Panacea di Ghemme. In abiti di foggia antica, la Beata ha il volto radioso e armonico di una bambina con un bastone da montagna tra le mani e ai piedi una fascina di legna, oltre che un cesto con dei fusi con della lana. Raffigura quindi la Beata nel quadro della tradizione che vuole che questa giovane, nata a Quarona nella seconda metà del ‘300, fu uccisa dalla matrigna sul monte Tucri diventando la patrona della Valsesia. Le sue reliquie, molto venerate, sono custodite in uno scurolo realizzato da Alessandro Antonelli all’interno della chiesa parrocchiale del paese novarese e ora viene ricordata anche con questa statua, realizzata dalla ditta Perincioli.

L’inaugurazione ufficiale sarà questa domenica alle 10 sulla rotonda di corso Rolandi dove, come accennato, si trova la statua. Alla cerimonia parteciperà il vicario generale della diocesi don Fausto Cossalter.

statua della beata panacea

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here