Frana Vigezzo, treni nuovamente sospesi da Re a Camedo

0
Vigezzina

La frana caduta, in Val Vigezzo, a Olgia nel pomeriggio di Pasqua porta ancora con sé altre conseguenze. Mentre si attende la rimozione dei detriti sulla statale 337 – i lavori dovrebbero durare circa quindici giorni, come annunciato da Anas nell’incontro in Prefettura – ad essere critica è anche la situazione per quanto riguarda il traffico ferroviario, che torna ad essere sospeso da Re a Camedo.

A richiamare l’attenzione è l’ingegnere Daniele Corti, direttore della Ssif, società che gestisce la tratta italiana della Ferrovia Vigezzina-Centovalli, affermando come “la situazione attuale del fronte della frana non ci consente di far viaggiare i nostri passeggeri in totale sicurezza. Nei giorni scorsi, oltre alla riattivazione del traffico internazionale, avevamo messo in campo tutte le nostre forze per garantire anche corse aggiuntive, fermate speciali e potenziamento dei convogli per venire incontro alle necessità dei nostri viaggiatori, in particolar modo dei frontalieri. Ora però, dopo aver monitorato coscienziosamente la situazione per tutta la settimana dobbiamo nuovamente sospendere il traffico internazionale a scopo precauzionale“.

Da qui la decisione di sospendere le corse da Re a Camedo, mentre restano attivi i treni da Domodossola a Re e da Camedo a Locarno. Il traffico internazionale è, dunque, sospeso e verranno attivate da domani, lunedì 9 aprile, corse sostitutive in bus da Domodossola a Locarno.

Per informazioni aggiornate è possibile consultare il sito web: www.vigezzinacentovalli.com
e la pagina Facebook della Ferrovia Vigezzina Centovalli.
Sempre da domani, lunedì 9 aprile, sarà attivo in orario d’ufficio il numero 0324.242055.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here