Aumentano i costi di sosta con app a Novara, Canelli: «Interverremo»

0
Easypark a Novara, via le commissioni
La nuova applicazione Easy Park

Aumentano i costi di sosta con app a Novara ma il Comune sta discutendo con il gestore del piano Musa per andare incontro ai cittadini e utenti, penalizzati in maniera sensibile dall’adozione del nuovo schema di pagamento mediante applicazione per smartphone che ora richiede non solo il versamento di un minimo di sosta (50 centesimi) indipendentemente dal tempo reale, ma anche di una commissione precedentemente non richiesta.

A far sapere che anche l’amministrazione ritiene quel che abbiamo, noi per primi, messo in evidenza con un articolo pubblicato sulla nostra edizione su carta e on line un problema, è il sindaco di Novara con un comunicato.

«Abbiamo deciso – si legge – di approfondire la questione, ma la premessa, doverosa, è che il servizio non dipende né è stato autorizzato dal Comune di Novara. La società “NordOvest parcheggi”, alla quale compete la gestione della sosta a pagamento in città, ha a suo tempo incaricato “SostaFacile” di gestire il servizio di pagamento mediante smartphone. Nelle scorse settimane “EasyPark”, società già attiva con i propri servizi in circa centocinquantacomuni italiani, ha acquisito “SostaFacile”. Senza comunicarlo a nessuno, “EasyPark” ha quindi applicato le proprie tariffe per il servizio di pagamento tramite smartphone, comprendenti una commissione che arriva a essere di 39 centesimi, cifra elevata se commisurata a quella che può essere una sosta minima di pochi minuti. Preso atto del disagio che questo comporta per chi è solito usufruire del servizio, abbiamo iniziato a lavorare per trovare una soluzione che non gravi sui cittadini».

Quel che il comune potrà effettivamente ottenere è ancora da verificare. Per ora Canelli promette  un intervento con  “NordOvest parcheggi”, «per far sì che “EasyPark” elimini le commissioni, come già avviene in altri Comuni». In realtà, una volta eliminate le commissioni (che vanno da 19 a 39 centesimi a seconda delle zone), resterebbe il problema del minimo di pagamento che ora ammonta a 50 centesimi. Anche se è vero che un minimo esiste da sempre per chi paga in contanti alle “macchinette”, è altrettanto vero che precedentemente chi usava l’app non era soggetto a questo costo. Il pagamento con app era infatti applicato a “minuti reali”; sostando dieci minuti, in pratica, si pagava quanto dovuto per dieci minuti. Questo vantaggio è ora azzerato.

In attesa di vedere che sarà, Canelli consiglia «a non “migrare” da “SostaFacile”, che sarà attiva almeno fino a fine mese, verso il nuovo servizio ed eventualmente, qualora lo si volesse sospendere, ricordiamo che si può ottenere il rimborso del credito residuo» e sottolinea di «essere al lavoro per sostituire o affiancare eventualmente il servizio con altre applicazioni che offrano condizioni migliori per i Novaresi»

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here