Dopo la consegna dei premi ai Novaresi dell’anno, che ha dato il via alla festa civile della città in onore del suo patrono San Gaudenzio, qualche minuto fa è iniziata anche la festa religiosa. Il momento che tradizionalmente segna l’evento nel corso del quale si celebra la memoria e l’esempio del santo che ha dato vita alla comunità cristiana del capoluogo e della sua diocesi, è l’apertura dello scurolo in basilica.

Il momento, che coinvolge non solo la chiesa di Novara ma l’intera città, è stato presieduto dal nostro vescovo Mons. Brambilla che con un momento di preghiera e riflessione ha aperto le porte del sacello che custodisce le reliquie di San Gaudenzio.

L’apertura dello scurolo segna quest’anno anche l’apertura dell’anno gaudenziano, una celebrazione che durerà un anno e che è stata voluta dalla Diocesi per ricordare i 1600 anni dalla morte di San Gaudenzio. Questo significa anche che lo scurolo resterà aperto fino alla conclusione della festa del prossimo anno.

Qui sotto nella galleria fotografica di Visconti alcuni momenti della apertura dello scurolo.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here