Lutto per la morte di don Franco Brusori

0
Don Franco durante il ministero pastorale a Casalvolone

Lutto a Novara e in diocesi per la morte di don Franco Brusori, sacerdote notissimo e molto apprezzato per il suo ministero a Novara città, anche se non ha mancato di prestare la sua opera pastorale fuori dai confini del capoluogo.

Don Franco, scomparso nel corso della giornata di ieri alla casa Divina Provvidenza a 91 anni, era nato a Grignasco l’9 aprile 1926 ed è stato ordinato prete il 26 giugno 1949. Ha svolto lungamente il suo ministero pastorale a Novara in alcune delle comunità cristiane più tradizionalmente legate alla centro come il Monserrato di cui è stato vicario parrocchiale dal settembre 1949 al settembre 1966, oltre che essere stato assistente dei fanciulli e della gioventù femminile di Azione Cattolica e responsabile del Piccolo Clero.  Dal 1966 al 1969 è stato padre spirituale al seminario di Arona poi, dall’ottobre 1969 al luglio 1972 vicario parrocchiale a sant’Agabio in Novara. Ha lasciato per quasi 20 anni la città, dal 16 luglio 1972 al 30 settembre 1991 per diventare parroco di Casalvolone (svolgendo per dieci anni, dal 20 settembre 1980 al 1° novembre 1990 il ruolo di vicario foraneo del vicariato di Casalino). Dal 1991 è tornato a Novara, come Canonico Arciprete del Capitolo di Santa Maria e responsabile della cura pastorale della parrocchia della Cattedrale e di S. Pietro al Rosario.

Dal 27 settembre 2011, dopo aver risieduto in seminario dal 2008, era quiescente presso la Pia Casa della Divina Provvidenza.

La città di Novara lo ricorda, come accennato, per il suo lungo ministero come canonico in Cattedrale, «ma anche er il prezioso servizio di confessore – dice il vicario epsicopale per il clero e la vita consacrata don Gianluigi Cerutti, – che lo ha visto presente e disponibile per i moltissimi penitenti che ha sempre accolto con grande disponibilità. E’ stato assistito con cura dal personale e dalla nipote Enrica.  Le sue condizioni si erano molto aggravate nelle scorse settimane e il Signore lo ha chiamato a sé quasi alla vigilia della festa di san Gaudenzio; nel mese di gennaio, dedicato in Diocesi alla preghiera per tutte le vocazioni, in particolare per la vocazione sacerdotale con la celebrazione della giornata del Seminario. Quasi un segno a conferma della sensibilità e dell’attenzione che hanno caratterizzato il ministero di questo sacerdote, soprattutto nei primi anni, in favore delle vocazioni sacerdotali e del Seminario».

Il funerali saranno celebrati sabato 20 gennaio in Cattedrale alle ore 11.