Raccolta rifiuti: a Vespolate, Tornaco e Borgolavezzaro arrivano i sacchi col chip

0

La sperimentazione della “tariffa puntuale”, avviata nel mese di giugno a Novara nel quartiere di Pernate, arriva anche nella bassa novarese. Da gennaio 2018 i Comuni di Borgolavezzaro, Tornaco e Vespolate, che formano l’Unione Terre d’acque, inizieranno la nuova modalità di raccolta del rifiuto secco indifferenziato, il cosiddetto “non recuperabile” con la finalità di giungere presto all’applicazione della tariffa puntuale è un sistema di calcolo della tariffa rifiuti, la Tari, legato alla reale produzione di rifiuti. Ad ogni utenza il Consorzio di Bacino del Basso Novarese provvederà a dare la dotazione di sacchi da 90 litri dotati di microchip oppure di cassonetto anch’esso con microchip.

«Il sistema di lettura elettronico permette di individuare con precisione ogni conferimento di rifiuto secco indifferenziato effettuato da famiglie e aziende – spiegano dal Consorzio rifiuti – e si potrà in questo modo conoscere con esattezza la produzione di ogni utenza». Nella pratica avverrà che ogni volta che il sacco o il cassonetto saranno esposti per essere svuotati dall’operatore ecologico, il lettore del mezzo per la raccolta rifiuti leggerà il chip e conteggerà come conferiti i totali 90 litri o l’intera capacità volumetrica del cassonetto. Per questo i contenitori in dotazione, sia sacchi che cassonetti, andranno esposti nel giorno di passaggio per la raccolta solo quando completamente pieni.

«Questa è una fase sperimentale – precisano dal Consorzio – permetterà di raccogliere i dati di conferimento delle singole utenze che serviranno per definire in futuro una forma di tariffazione puntuale per cui ciascuna utenza pagherà in funzione di quanto effettivamente ha prodotto, nel rispetto del principio “chi inquina paga”».

Cambierà la frequenza della raccolta della frazione secca indifferenziata che diventerà quindicinale e non più settimanale. «Ciascuna utenza dovrà attenersi esclusivamente al sistema di raccolta previsto ossia sacco o cassonetto – raccomandano dal Consorzio, avvisando che – i condomini e i cortili dove non sarà più previsto il cassonetto di aggregazione esporranno i singoli sacchi a bordo strada».

Novità anche nella raccolta dell’organico che avrà frequenza settimanale nel periodo da ottobre a marzo e bisettimanale nel periodo da aprile a settembre.

«I cittadini dell’Unione potranno partecipare a una o più riunioni indipendentemente dal Comune di appartenenza», spiegano dal Consorzio Per qualsiasi informazione o chiarimento è a disposizione il numero verde 800910902.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here